A Napoli il “Salone della Responsabilità Sociale”: “Occorre attivare il cambiamento”

56

“In questi cinque anni il salone della responsabilità sociale di Napoli ha messo in rete 82 soggetti tra imprese, cittadini, organizzazioni di terzo settore, associazioni. Oggi si ritrovano tutti qui per dire che dopo aver condiviso i valori, è il momento di entrare nelle istituzioni per attivare davvero il cambiamento”. Così Raffaella Papa, presidente di Spazio alla Responsabilità – CSRMed Forum, lancia ii lavori dell’edizione 2017 del Salone della Responsabilità Condivisa che si svolgono da oggi al 17 giugno alla Camera di Commercio di Napoli. Papa sottolinea che il lavoro sulla responsabilità sociale “parte da sud, perché qui abbiamo una tale ricchezza di cultura e persone che non rimetterle al centro è irresponsabile. Per questo il nostro impegno è tutto mirato a mettere in rete le migliori forze che ci sono in un sistema che però è difficile da far decollare, perché il concetto di rete è troppo spesso legato alle parole e non realmente ai fatti”. La chiave su cui punta l’iniziativa è l’economia della fiducia, come motore di una buona innovazione, fondata sui i valori della trasparenza e della legalità, della sostenibilità e dell’innovazione, della condivisione e della partecipazione. L’edizione 20q17 è stata aperta dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dagli assessori regionali Serena Angioli e Sonia Palmeri e da Ferdinando Flagiello ad del consorzio Promos. Domani al centro della discussione ci sarà il tema dei diritti umani, con la presentazione in anteprima Sud del Piano d’azione nazionale da parte del presidente del Comitato interministeriale per i diritti umani del Ministero degli Affari Esteri e un convegno sul sistema dei trasporti in collaborazione con l’Ente Autonomo Volturno (EAV). La giornata conclusiva di sabato 17 sarà caratterizzata dal dibattito sulla Responsabilità sociale nello Sport, con il CONI e il Comitato Nazionale Italiano Fair Play e la partecipazione dell’INAIL. Anche per il 2017 l’Ordine degli Psicologi della Campania è partner dell’evento ed ha uno stand in cui gli psicologi che hanno aderito presentano le loro iniziative, coinvolgendo gli ospiti del Salone in attività esperienziali. “Gli psicologi campani – spiega la presidente dell’ordine Antonella Bozzaotra – vogliamo contribuire a realizzare politiche condivise in tema di responsabilità sociale, guardando in particolare a un modello di sviluppo competitivo e inclusivo che coniughi la sostenibilità economica con quella sociale e ambientale”. (ANSA).
Y7W-TOR/BOM S44 QBXO