Al Napoli Teatro Festival “Holzwege. Sentieri Interrotti”: viaggio nel mondo dei migranti

135

Un viaggio nella pratica laboratoriale di grandi protagonisti dell’avanguardia del teatro di fine 900, come Tony Neiwiller.

E’ Holzwege | Sentieri interrotti, un concept di Loredana Putignani, con video sound performed di Youssef Tayamoun, in scena nella chiesa della Misericordiella ai Vergini nell’ambito del Napoli Teatro Festival.

Lo spettacolo nasce da un osservatorio, Visioni Migranti, che dopo il Ric e la Biennale di Venezia approda nel capoluogo partenopeo.

Un osservatorio che tocca i temi della sperimentazione teatrale in contatto con particolari strati del sociale, anche extra-europeo. Un’esperienza pluriennale sul campo, che ha creato una antologia video sull’interrelazione teatrale e performativa vissuta con Rom, Nigeriane, Kurdi.

I documenti visivi, montati da Youssef Tayamoun, ripercorrono le tappe di un viaggio teatrale-umano svolto in Italia nell’arco di un decennio, in tempi in cui la questione Migranti era fuori dalla mercificazione culturale.
Attraverso i filmati, le sequenze di uno scavo sulle radici comuni con lo ‘straniero.’

SHARE