ANM, un piano per salvare l’azienda: rincaro dei ticket di viaggio

268

Un’Anm quindi più snella, quella presentata a Palazzo San Giacomo nel corso della conferenza stampa per illustrare il nuovo piano di riequilibrio. Saranno circa 2.100 i dipendenti rispetto ai 2.750 di partenza del 2016.

Leggero aumento o del titolo di viaggio, rafforzamento del personale addetto all’esercizio, tagli ai dirigenti, che da una ventina scendono a una decina e avranno l’obbligo della rotazione tra i servizi. Tagliati anche i superminimi e indennità ad personam dei funzionari, che oggi possono andare da 450 a 2mila euro in più al mese in busta paga, oltre allo stipendio, per un risparmio di almeno mezzo milione l’anno. In programma anche risorse fresche, con ben 135 assunzioni di autisti e macchinisti previste dall’anno prossimo per colmare i vuoti che si creeranno in organico.

Saranno tagliate le linee bus per 130 km, ma ci saranno più pullman in strada già da quest’anno e treni nuovi in esercizio dal prossimo, con frequenze migliorate. Mario Calabrese assessore alla mobilità di ANM su tagli al personale e aumento del costo dei biglietti è stato chiaro.

SHARE