Il carcere di Poggioreale è al collasso, così come anche le altre strutture, con un aumento progressivo dei detenuti e una riduzione esponenziale delle piante organiche e dei disagi patiti dagli agenti. La denuncia viene dalle organizzazioni sindacali di categoria che domani terranno un presidio davanti alla casa circondariale partenopea e relativo volantinaggio per aggiornare la popolazione. I numeri sono impietosi, come conferma Lorenza Sorrentino, segretario regionale FNS Campania Cisl.

Nelle carceri della regione non si riesce a garantire le ferie agli agenti. La turnazione è letteralmente impossibile. D’altra parte se si pensa che in Campania da 4756 si passa a 4003 unità, in strutture che al contrario continuano ad aumentare il numero dei detenuti, ecco servito il mix esplosivo. E non va meglio nelle carceri minorili, come sottolinea Pasquale Gallo, segretario regionale Sinappe.

SHARE