Nuovo Cdu, sud e fasce più deboli le priorità

21

Ripartire dal sud, il grande assente dall’agenda politica dell’attuale governo. Queste le dichiarazioni di Gaspare Saturno, segretario regionale del nuovo Cdu, che ha serrato i ranghi in vista delle prossime elezioni nazionali, riunendo gli aderenti in un congresso incentrato sull’economia. Tra le proposte una doppia moneta, estera e interna e un reddito fisso di trecento euro per le casalinghe.
Presenti Mario Tassone, segretario nazionale del partito e il presidente Antonio Iervolino.
Intervenuto l’europarlamentare Lorenzo Cesa.

SHARE