Dalle strade ai musei, le chiese e i chiostri: successo per la Notte d’Arte 2017

88

Inedita versione per la Notte d’Arte 2017, che nella sua sesta edizione, ha rinunciato ai grandi palchi nelle piazze e ha portato cittadini e turisti in basiliche, chiese, musei, e scuole antiche del Centro Storico di Napoli. Tanti gli appuntamenti dell’evento organizzato dalla Municipalità II, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e Love Studio. Al Liceo Genovesi, Danise #scugnizzodeljazz ha sorpreso con la sua interpretazione che contamina l’esibizione al pianoforte con i suoni emessi dagli oggetti adagiati sulle corde dello strumento. Prima di lui si sono esibiti i Vintinove e Trenta. Piena la Chiesa Sant’Anna dei Lombardi per il concerto “Sogni all’ombra del Vesuvio” di Mira Floriditas, in collaborazione con “Sii turista nella tua città”. Eventi anche nei licei Vittorio Emanuele II e Pimentel Fonseca, al Convitto Vittorio Emanuele e a Palazzo Venezia.
Apertura straordinaria per Il Piccolo Regno Incantato, che fino al 7 gennaio trasformerà il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore in un castello fatato, con le favole di Cenerentola, I Tre Porcellini, Cappuccetto Rosso, Peter Pan, La Spada nella Roccia, Pinocchio, Alice nel Paese delle Meraviglie, Biancaneve e Mary Poppins. Aperture straordinarie anche per la Basilica Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, il Complesso Monumentale Chiesa Santa Maria La Nova, la Basilica dello Spirito Santo, il Museo di Cappella Sansevero.

SHARE