Danza, “Premio Massine”. Parata di étoiles a Positano

20

In una spiaggia grande gremita si è svolta la 45 esima edizione di Positano Premia la danza il premio del settore più antico del mondo, dedicato a Leonide Massine e diretto da Laura Valente, organizzato dal comune di Positano e sostenuto dalla Regione Campania.
A Jirí Kylián uno dei piu’ grandi coreografi viventi è andato il premio alla carriera, l’artista è stato rappresentato da Sabine Kupferberg, sua compagna e musa, e da un video antologico da lui stesso realizzato. Emozione anche per il corto El ritmo del sisma inviato da musicista Michael Nyman, premio musica per la danza, e dedicato alle vittime dei recenti terrremoti. Protagonisti dello spettacolo le giovani stelle campane nel mondo Luigi Crispino e Gabriella Galluccio, che sono stati molto applauditi per le loro esibizione tra i tanti artisti provenienti da Canada, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Russia, Spagna, USA . Tra loro Maria Kochetkova (Bolshoi Ballet, San Francisco Ballet) Alessio Carbone (Ballet de l’Opéra de Paris), Daniel Camargo (Het Nationale Ballet), Virna Toppi e Nicola Del Freo (Teatro alla Scala)

Il premio è capofila di una rete di sistema che riunisce i maggiori riconoscimenti mondiali dedicati al balletto a cominciare dal Prix Benois di Mosca – con il quale il Massine è gemellato – rappresentato a Positano da Nina Loory
Premio speciale all’Alta Formazione “Luca Vespoli” è andato a Aurelio Tommasetti, Magnifico Rettore, Università di Salerno), sul palco per premiare gli artisti anche Sebastiano Maffettone , consigliere culturale del governatore De Luca, Michele De Lucia, Sindaco di Positano e il direttore della giuria internazionale Alfio Agostini.
Positano richiama i più grandi artisti della danza sin dagli anni ’20 del secolo scorso quando vi si stabilì un collaboratore di Diaghilev, seguito da Lifar, Bakst, Nijinsky, Stravinsky (oltre a personaggi del mondo artistico come Picasso e Cocteau). Léonide Massine, il ballerino/coreografo dei Ballets Russes, s’innamorò del luogo e Diaghilev gli donò le antistanti isole dette Li Galli. Per le sue strade hanno passeggiato personaggi come Serghei Diaghilev, Vaslav Nijinsky e Rudolf Nureyev che fece di Li Galli un’amata residenza. Il 2 agosto 1969 nasce il Premio Positano. Dieci anni dopo la prima edizione, alla morte di Léonide Massine, il premio venne intitolato alla sua memoria. La manifestazione ha premiato negli anni celebri artisti, da Margot Fonteyn a Nureyev, da Maurice Béjart a Ekaterina Maximova, Carla Fracci, Luciana Savignano, Elisabetta Terabust, Alessandra Ferri, Roberto Bolle, Alicia Alonso, Lutz Förster e lo scorso anno Vladimir Vassiliev.

SHARE