Sulla litoranea di Casamicciola Terme si continua a lavorare per completare la messa in sicurezza del tratto di costone franato il 25 gennaio scorso. Per circa una settimana l’isola d’Ischia è rimasta divisa in due tronconi, con enormi disagi alla cittadinanza e alla popolazione studentesca. Sono state chiuse le scuole per ben cinque giorni. In queste ore i rocciatori stanno terminando le operazioni di apposizione della rete metallica con cui, in attesa della costruzione di un muraglione, si sta provvedendo ad imbracare la parte di costone interessato dalla frana. Accompagnato da due ingegneri ed un geologo, è giunto sull’isola Verde per un sopralluogo tecnico anche il Consigliere delegato alle strade di Città Metropolitana, Raffaele Cacciapuoti. Un sopralluogo che ha interessato anche la zona a monte del fronte franoso dove insistono delle abitazioni private. Oltre ad annunciare verifiche su tutto il costone della litoranea, Cacciapuoti ha detto che terminata la messa in sicurezza, si provvederà a redigere un progetto definitivo per la ricostruzione della parete franata.
Sul rischio idrogeologico dovrà intervenire la Regione Campania. Città Metropolitana entra come ente gestore della strada e delle pertinenze stradali e in alcuni tratti anche come proprietario di quelle arterie. L’augurio è che nel balletto delle responsabilità non rimangano schiacciati i cittadini

CONDIVIDI