Libri, musica e arte: si chiude con successo la III edizione del Mediterraneo Reading Festival

171

Successo di pubblico con un Chiostro sempre gremito per la III edizione del Mediterraneo Reading Festival – Festival Nazionale di Musica e Parole di Frattamaggiore, che durante le quattro serate del 22, 29, 30 giugno e 1 luglio, ha mescolato le arti e i linguaggi artistici creando un connubio magicamente sinergico tra la musica, la poesia, il teatro e la letteratura.

Nelle quattro serate, presentate dalla giornalista Nunzia Marciano e tenutesi al Chiostro del Centro Sociale di Frattamaggiore, con ingresso gratuito, si sono alternate le esibizioni di artisti di fama nazionale e consolidata, come Mariella Nava e i Letti Sfatti e le performance di giovani talenti, come il musicista Gian Piero Bencivenga. Nel corso della III edizione si è avuto modo di parlare di contaminazioni culturali e sociali sul territorio, grazie alla mission della nascente Associazione presieduta da Mimmo Giuliano e che prende il nome proprio dal Festival: “L’intento della fondazione della nostra associazione è quello di creare cultura e terreno fertile per vivere di arte e di linguaggi artistici durante tutto l’anno, tra un’edizione annuale e l’altra del Festival”, ha detto Giuliano. Per il direttore artistico Jennà Romano,il Festival è stato l’occasione per mescolare le arti più disparate e più disperate permettendo di trasformare gli spazi del Chiostro, grazie all’ospitalità della Dottoressa Rosa Bencivenga in spazi di contaminazione e vissuto urbano”. Partner della manifestazione, che ha goduto del patrocinio del Comune di Frattamaggiore, anche il Comitato Viviamo la città, di cui ha parlato la portavoce Monica Capo, sottolineandone la collaborazione con il Mediterraneo Reading Festival in un’ottica di vivibilità costante, non solo in termini ambientali ma anche e soprattutto, in termini di fruizione culturale. Ma il Mediterraneo Reading Festival è ancora qualcosa in più, grazie al coinvolgimento di cooperative sociali che si occupano di persone con problemi psichiatrici, come ha spiegato Verdiana Avolio: “In questa edizione due ragazzi, Marco junior Dentale e Valentino Florin,della cooperativa hanno preso parte ad una serata con la lettura di poesie con le quali hanno vinto un concorso e per questo ringrazio il Presidente e il direttore artistico”.

Il Festival ha preso il via il 22 Giugno scorso con la presentazione del libro Fragile è la notte di Angelo Petrella, con la partecipazione, ad intervistare l’autore, di Gaetano Vergara, vicepresidente dell’associazione Mediterraneo Reading Festival. Il 29 Giugno serata in musica con il concerto della straordinaria artista Marienna Nava che ha coinvolto il pubblico presente attraverso le sue note e i racconti delle sue canzoni. Nel corso della serata, la Nava al pianoforte, ha accompagnato la lettura delle due poesie vincitrici del premio La più bella sei tu, del progetto Meglio insieme a cura del consorzio Icaro di cui fanno parte le cooperative Santiago e Spartaco. Open act della serata a cura di Antonio Del Gaudio (Premio Giorgio Gaber), che ha interpretato brani e un monologo. Il 30 Giugno a salire sul palco del Mediterraneo Reading Festival, sono stati i LETTI SFATTI & Neapolis Quintet Brass Ensemble, in scena con Jennà Romano: voce e strumenti a corde, Mirco Del Gaudio: Batteria, Timpani e percussioni, Pasquale Di Resta: chitarre, Domenico Brasiello: trombone, Vincenzo Leurini: tromba, Francesco Amoroso: tromba Luca Martigliano: corno, Alexandre Cerdà: tuba. Open act a cura del giovane Gian Piero Bencivenga che nello spazio Aria di te dedicato a Fausto Mesolella, ha eseguito la trascrizione per chitarra dello stesso Mesolella del brano Pavane di Gabriel Faurè. Infine, nell’ultima serata del 1 luglio, è andato in scena il concerto-spettacolo di Massimo Masiello in Gli amici se ne vanno di Gianmarco Cesario e Antonio Mocciola, regia Massimo Masiello, aiuto regia Gingy Comune, elaborazioni musicali a cura di Jennà Romano. Introduzione dell’ultima serata a cura di Luigi Caramiello, docente di Storia dell’Arte e della Letteratura presso l’Università Federico II di Napoli.

SHARE