Migranti, il sindaco de Magistris: “Disponibili ad accogliere Aquarius”. E Salvini: “Pensi ai napoletani”

412

Napoli è disponibile ad accogliere la nave Aquarius, l’imbarcazione di Sos Mediterranee con personale di Msf a bordo, ferma a 32 miglia marine dall’Italia in attesa di indicazioni da parte dei paesi europei sul destino suo e dei 141 migranti raccolti nel corso di due operazioni di soccorso coordinate dall’autorità libica che, però, l’altra mattina non ha voluto indicare un place of safety per lo sbarco dei migranti, invitando la nave ong a dirigersi verso Nord.

Lo ha reso noto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ribadendo che mentre in queste ore il ministro dell’Interno mostra i muscoli da bullo istituzionale e mentre la magistratura ancora cerca i circa 50 milioni che la Lega avrebbe sottratto agli italiani, 141 migranti, tra cui molte donne e molti bambini, da giorni vagano in mezzo al mare perché i porti italiani per decisione del Governo sono ancora chiusi.

De Magistris ha invitato l’Aquarius ad avvicinarsi verso il porto partenopeo e qualora non li facessero sbarcare, ha dichiarato il sindaco, saranno loro stessi ad andarli a prendere in mezzo al mare.

Non si è fatta attendere la risposta di Salvini che ha vietato all’Aquarius di attraccare nei porti italiani. «Il sindaco di Napoli vuole ospitare (e mantenere) altri immigrati in città. Paga lui? A Napoli non ci sono cittadini in difficoltà, senza casa e senza lavoro?

SHARE