Napoli, al via a Città della Scienza “Futuro Remoto 2018”

61

La 32° edizione della manifestazione più longeva d’Europa dedicata alla scienza perte oggi nella cittadella che affaccia sul mare di Coroglio e davanti all’isola di Nisida.

La manifestazione è organizzata e sostenuta dalle sette Università campane, dal Miur e dalla Fondazione Idis-Città della Scienza, e con il contributo di oltre 100 tra le più importanti istituzioni accademiche, scientifiche, culturali e centri di ricerca nazionali.

Il tema principale, come ogni anno, è il centro su cui si creano eventi, laboratori, esperimenti, convegni, seminari, mostre, concerti.

Quello di quest’anno è Ri-generazioni, cioè un modello di economia volto a uno sviluppo sostenibile e condiviso per tutto il nostro pianeta.

12 aree tematiche intorno alle quali si avrà l’occasione per vivere e condividere le esperienze più importanti nel campo dell’innovazione scientifica, tecnologica e sociale.

All’inaugurazione di questa mattina nella Sala Newton di Città della Scienza presente il commissario Giuseppe Albano e il professore Bruno Siciliano, professore ordinario di Automatica.

Intervenuto anche Antonio Marchiello, Assessore alle Attività Produttive e Ricerca Scientifica della Regione Campania”.

SHARE