Napoli, Ancelotti schiera la squadra stile Sarri, Meret operato oggi

154

Terzo giorno di allenamenti a Dimaro Folgarida per il nuovo Napoli di Carlo Ancelotti e primo embrione di gioco che sembra ricalcare l’impostazione del 4-3-3. Incassata la brutta notizia dell’infortunio al braccio del portiere Alex Meret, operato oggi alla clinica Pineta Grande con applicazione di una placca d’acciaio e gesso, in apprensione per una caviglia malconcia di Verdi (apparso però in buona condizione durante l’allenamento mattutino), l’allenatore ha messo in campo la squadra con il tirdente Ciciretti-Inglese-Insigne, in opposizione all’alternativa Callejon-Vinicius-Verdi.

L’idea, annunciata in maniera chiara nel corso della prima conferenza stampa è quella da di inserire nel meccanismo di gioco Hamsik al posto di Jorginho, da oggi ufficialmente un giocatore del Chelsea. Prove tecniche da playmaker dunque per il capitano azzurro che alla fine dello scorso campionato è stato a un passo dal lasciare il Napoli. Intorno a lui un pacchetto di calciatori ben assortito, dall’esperienza di Allan alla freschezza sfrontata di Rog, Diawara, Zielinsky e Grassi. Aspettando di verificare le ottime referenze di Fabian Ruiz, sicuramente apparso tra i più sorridenti, già calato nella realtà partenopeo.

Questo è il materiale che Ancelotti sta plasmando, in attesa del rientro di Mertens che ha concluso l’esperienza mondiale solo ieri e con il ds Giuntoli che si sta confrontando con l’allenatore per comprendere se affidare la difesa della porta a Karnezis o se tornare sul mercato per acquisire un portiere che possa giocare al posto di Meret.
Il terzino algerino Ghoulam, reduce da una operazione di routine legata all’infortunio al ginocchio,in ritiro nel pomeriggio per riprendere la riabilitazione con un percorso personalizzato che proseguirà fino all’inizio del campionato

SHARE