Napoli, celebrati i 440 anni dell’Arciconfraternita dei Pellegrini

23

La strada della pace è il dialogo. Su queste parole di papa Francesco si aprono, nel saluto del Primicerio Vincenzo Galgano, le celebrazioni per i 440 anni dell’Augustissima Arciconfraternita ed Ospedali della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti, caratterizzati dalla carità, dalla vicinanza e dall’accoglienza dei più deboli partendo dalle esigenze primarie della salute e dell’istruzione. Sono i temi che saranno al centro di una serie di iniziative per celebrare questo anniversario dell’Arciconfraternita che fu fondata nel 1578 da sei artigiani – uno dei quali, Bernardo Giovino, fu il promotore dell’iniziativa – per assistere coloro i quali, nel corso del loro pellegrinaggio, sostavano in città.

“A quella prima pagina di assistenza tante se ne sono aggiunte soprattutto con la cura dei malati poveri, sino ad oggi con inalterata l’opera di fede e di carità verso i sofferenti ricercando nuove strade sulle quali i suoi principi di umanità potessero avere la loro continuità”. E’ il Primicerio Vincenzo Galgano che, citando il volume dedicato ai Pellegrini da Ludovico de’ Santi, illustra il senso delle celebrazioni promosso insieme al Governo dell’Arciconfraternita oggi composto da Sergio Vaccaro, Maria Rosaria Saviano, Gaetano Notturno, Augusto Nuzzi, dal segretario Giovanni Cacace e dal preposito don Tonino Palmese.
S.E. Mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita e Gran Cancelliere del Pontificio Istituto “Giovanni Paolo II”, con un intervento sul tema “Carità è Dialogo – La solidarietà nella città multireligiosa” apre un anno di celebrazioni che prevedono molti eventi su temi legati alla città e al sociale.

Ha presieduto l’evento S.E. Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli che si è svolto alla presenza di numerose autorità e tra queste il presidente della Corte costituzionale Paolo Grossi.
Le celebrazioni, moderate dal direttore di Rai Vaticano Massimo Milone, si sono concluse con il concerto dell’Orchestra Giovanile Sanitansamble e dei Cori Polifonici a Voci Miste Musique Esperance e Note legali (direttore e Concertatore il maestro Paolo Acunzo).
“Un uomo di pace e di dialogo e di grande sensibilità come monsignor Paglia e una associazione che, attraverso la musica, rende un grande servizio ai ragazzi di un quartiere difficile come la Sanità rappresentano bene lo spirito dell’Arciconfraternita che sempre più vuol essere punto di riferimento sociale e culturale per la nostra città”, ha dichiarato il Primicerio Vincenzo Galgano.