Napoli, donna ferita da colpi d’arma da fuoco: era affacciata al balcone

Soccorsa dall'ambulanza del 118, la donna ha riferito ai sanitari di essere stata colpita alla caviglia mentre era affacciata dal balcone della propria abitazione, intenta a parlare al telefono.

340

E’ rimasta ferita, per fortuna in maniera non grave, da un proiettile esploso durante una stesa.

Una donna di 57, ieri sera poco dopo le 20, era affacciata al balcone per parlare al cellulare in via Evangelista Torricelli a Pianura, quando ha udito alcuni colpi ed ha avvertito un dolore alla caviglia.

Ha immediatamente verificato di essere stata colpita ed ha chiesto aiuto ai familiari di chiamare un’ambulanza.

E’ stata trasportata all’ospedale “San Paolo” dove i medici l’hanno medicata ed ha raccontato l’accaduto.

Si tratta, verosimilmente, di una ferita provocata da un proiettile di rimbalzo.

Ma cosa è accaduto ieri sera in questa porzione di Pianura sotto il controllo dei Cannavino e in precedenza asfissiata dalla protervia dei Marfella-Pesce?

Lo stanno ricostruendo i carabinieri della compagnia di Bagnoli, che conducono le indagini.

Si tratta con ogni probabilità di una stesa, la dimostrazione di forza di un gruppo criminale, nel quadro dell’assestamento degli equilibri per il controllo dei traffici illeciti in una zona in cui magistratura e forze dell’ordine hanno arrestato capi e gregari delle organizzazioni malavitose.

In questo scenario, Pianura, diventa terra di conquista di nuovi gruppi, sempre più piccoli, magari di giovani assetati di potere e denaro, che esprimono la loro determinazione sparando all’impazzata per strada.

Naturalmente a signora, collaboratrice in una scuola del quartiere, è del tutto estranea a queste logiche. E’ una vittima inconsapevole, che deve ritenersi anche fortunata, molto di più di altri, che hanno avuto sorte peggiore.