Napoli, ghigliottina in piazza contro i tagli del governo: “Disabili condannati a morire”

127

Torna la ghigliottina in piazza a Napoli dove a cadere simbolicamente sotto la lama del boia sono i disabili abbandonati e di fatto condannati, come denunciano gli organizzatori della manifestazione, alla pena capitale.

Alle finte esecuzioni, davanti alla prefettura in piazza del Plebiscito, hanno partecipato numerose persone che hanno accolto l’invito dell’associazione a sostegno dei disabili ‘Tutti a scuola’ e delle numerose organizzazioni del terzo settore messo in ginocchio negli ultimi anni da una politica che – hanno spiegato – “ha dimenticato i disabili”.

E con i disabili con le loro famiglie anche operatori dei servizi socio-assistenziali, hanno sostenuto l’iniziativa in piazza avendo come l’obiettivo di portare all’attenzione di tutti i cittadini italiani la situazione di grave sofferenza che investe le persone più fragili, a partire da quelle con disabilità fisica e psichica.

Ascoltiamo il presidente del gruppo di imprese sociali Gesco Sergio D’Angelo e il presidente dell’associazione Tutti a scuola Toni Nocchetti.

SHARE