Scavi di Pompei: sfregiato l’affresco di Bacco e Arianna

Ignoti hanno danneggiato l’affresco presente in una delle domus chiuse al pubblico

235

Non c’è pace per gli scavi di Pompei. Dal sito archeologico infatti arriva l’ennesima brutta notizia.

Ignoti hanno danneggiato l’affresco di Bacco e Arianna, presente in una delle domus chiuse al pubblico. La scoperta nel pomeriggio di ieri ad opera dei custodi che hanno segnalato lo sfregio.

Si tratta di una piccola porzione di affresco per il quale il direttore generale del parco archeologico di Pompei, Massimo Osanna, ha presentato denuncia ai carabinieri per atti vandalici.

Ascoltiamo Alberta Martellone, funzionario archeologo degli scavi di Pompei.

Mi auguro che vengano presto identificati i responsabili perchè chi compie questi atti ferisce l’Italia e il suo patrimonio culturale, ha spiegato Massimo Osanna, sottolineando anche la necessità di fare di più per tutelare l’area archeologica.

Allarme già lanciato dal soprintendente tempo fa, perchè non è la prima volta che, specie all’indomani di periodi di alta affluenza turistica, si fa la conta dei danni nel sito alle porte di Napoli.

L’aumento del numero dei visitatori, infatti, aumenta anche il rischio di danneggiamenti.

“Un custode ha segnalato alla direzione un atto vandalico in una domus chiusa al pubblico (Regio IX, insula 5, 14-16). A seguito di un immediato sopralluogo dei tecnici del parco archeologico è stato rinvenuto il danneggiamento di una porzione di circa 10 centimetri di un quadretto raffigurante Bacco e Arianna.

La responsabile degli Scavi, Grete Stefani, ha subito presentato denuncia presso la stazione dei carabinieri presente negli Scavi. La direzione ha successivamente mobilitato i propri restauratori per avviare le procedure di recupero e restauro.”

http://www.pompeiisites.org/